venerdì 13 settembre alle ore 18,15

alla libreria Pangea
Marinellys Tremamunno presenta il libro

"Venezuela, l'Eden del diavolo"  

Infinito Edizioni
scheda

L’angoscia di un popolo attraverso la testimonianza diretta di undici vescovi e due cardinali. La gente del Venezuela è senza medicine, affamata, vittima di un’iperinflazione incontenibile, brutalizzata da un regime repressivo e corrotto e dalla violenza di gruppi paramilitari che agiscono indisturbati.
Questo libro raccoglie le testimonianze dei prelati e la loro ricetta per portare il Venezuela fuori dall’attuale tremenda crisi economica, sociale e politica, che lo rende a tutti gli effetti l’Eden del diavolo.
“In questi oramai vent’anni di potere chavista, nel Paese si è prodotta una distruzione delle istituzioni pubbliche e private, attraverso espropri e una riduzione immensa dell’apparato produttivo, con la concentrazione dell’impiego nelle mani dello Stato. Inoltre, la restrizione delle libertà di informazione e di opinione ha fatto sparire quasi completamente la presenza di mezzi di comunicazione indipendenti. La caduta drastica della popolarità del governo lo ha condotto a disconoscere la Costituzione e a non permettere elezioni di nessun tipo, perché sa che le perderebbe in maniera eclatante”.
(Card. Baltazar) (Enrique Porras Cardozo)

Marinellys Tremamunno è una giornalista italo-venezuelana, nata e cresciuta a Caracas. Corrispondente dall’Italia per le testate messicane Excelsior e Imagen TV, scrive per La Nuova Bussola Quotidiana e collabora con diverse testate internazionali.
È fondatrice dell’associazione Venezuela: la piccola Venezia Onlus ai fini di promuovere attività di cooperazione allo sviluppo in Venezuela.
È autrice dei libri Chávez y los medios de comunicación social (2002) e Venezuela: il crollo di una rivoluzione (2017).