sabato 29 febbraio alle ore 18,00

alla libreria Pangea
Stefania Alessandra Napoli presenta

"Sandplay - il gioco della sabbia"  

edizioni Albatros Il filo

Alex Ricci, detective ed ex ballerina dotata di buone capacità deduttive ma spesso distratta da un intenso dialogo interiore, vive a Gilroy, tranquilla cittadina della California in cui non accade mai nulla di eccitante. Fidanzata con l’impeccabile architetto Scott Davis, viene catapultata in un intricato caso di omicidi di giovanissime vittime, bambine “rubate” e uccise ad Atlanta, nel profondo e talvolta retrivo Sud degli Stati Uniti. Spinta da una vocazione di abnegante giustizia, Alex farà ricorso a ogni sua risorsa fisica e psicologica per smascherare l’infanticida, spingendosi dove non credeva di poter arrivare, travalicando limiti, barriere e perfino l’ordine gerarchico militare pur di raggiungere il suo unico obiettivo: salvare altre bambine e scoprire la verità. A tutti i costi. Ad affiancare la coraggiosa detective sarà il senior detective John Riley, uomo ruvido e d’azione, dalla vita colma di ombre e segreti, che si rivelerà un importante compagno di viaggio, capace di decifrare e risvegliare in Alex emozioni rimaste sopite per molto tempo. Nel vorticoso conto alla rovescia fino alla verità, penetreremo assieme ai protagonisti nei meandri della psiche umana, scopriremo che la realtà cambia continuamente forma, viene distorta, alterata, travisata, come in un effimero Gioco della sabbia. Arriveremo a dominare la paura e perfino la morte e a rispondere a un umanissimo interrogativo: che cosa siamo disposti a fare per proteggere chi amiamo? Ve lo siete mai chiesti?

Stefania Alessandra Napoli nata a Padova il 9 maggio 1973 e laureata in Scienze Politiche – indirizzo internazionale, nel 2018 consegue il Master in Criminologia e Sicurezza nel mondo contemporaneo presso l’Università Niccolò Cusano di Roma, presentando l’argomento Criminal profiling e omicidio seriale, ottenendo la votazione finale di 110 e lode. Dal 2014 è pubblicista per il magazine online Il Giornale della danza e dal 2006 è insegnante di danza e istruttrice di Pilates. Fino al 2006 ha lavorato nel reparto Risorse umane presso la multinazionale KPMG di Padova e Milano. Fortemente attratta da tutto ciò che riguarda la psiche umana e i suoi meccanismi di funzionamento, ha deciso di dedicarsi alla scrittura di romanzi che ne indaghino la natura, nel tentativo di raccontarne le sfumature e dare voce alle emozioni più recondite.